italian metal

Login



        

Registrati
Password dimenticata?
Nome utente dimenticato?

Ultimi Commenti

[29/08/2014] Angelo C.
Alltheniko: cover dei Saxon dal n...
Che figata!
[28/07/2014] m
Ross Lukather - Hyaena, Death SS,...
Grande Lupaccio!
[14/07/2014] stella66
Raff: edizione CD del nuovo album...
Metall che entra nell'anima. Queste note graffiano dentro.. Complimenti alla Ban...
[30/06/2014] Drake-Gunfire
Gunfire: in arrivo il nuovo album...
volevo scrivere.. i primi a pubblicarlo dopo l'annuncio della Jolly Roger
[30/06/2014] Drake-Gunfire
Gunfire: in arrivo il nuovo album...
complimenti.. i primi a pubblicare l'annuncio del disco (Jolly Roger)
[03/06/2014] buse
Essenza - Blind Gods and Revoluti...
ca-po-la-vo-ro. roba per amanti dell'heavy tecnico misto al classic hard rock. u...

On the Net

facebooktwittermyspacelast.fm
Ibridoma - Night Club
Scritto da Gabriele Nunziante   
Lunedì 23 Aprile 2012 09:00
Ibridoma - Night ClubTrascorsi tre anni dal loro omonimo debutto, il 2012 è l'anno del ritorno per gli Ibridoma con questo 'Night Club'. Sempre sotto l'insegna della SG Records, il gruppo maceratese si ripresenta mettendo da parte alcune delle influenze del loro precedente lavoro e mostrandoci un nuovo album tutto all'insegna dell'heavy metal più classico.

Senza tralasciare quella vena più melodica, 'Night Club' si rivela infatti il lavoro più propriamente heavy metal del combo marchigiano che, negli 8 brani inediti qui presentati, non include brani più rockeggianti, in italiano o dalla verve più moderna come nel precedente 'Ibridoma'. Inutile dire che la scelta non può che rendere interessante l'album a chi per certe sonorità più classiche ha un debole e, se da una parte vi è probabilmente un "appiattimento" e somiglianza fra i vari brani presentati, dall'altro è sicuro che gli Ibridoma hanno compiuto un buon passo avanti rispetto al precedente full-length.

Già con l'iniziale "Eagles from the Sky" è possibile accorgersene, un brano semplice e senza tanti orpelli sorretto da un bel riff di chitarra (segnaliamo a questo proposito l'ingresso del nuovo Daniele Monaldi che va a sostituire Simone Mogetta, unico cambio di line-up rispetto al precedente disco), così come la successiva "Cold Light of Moon", brano bello tirato in cui melodia e heavy metal ben si uniscono, con il lavoro dei due chitarristi sempre messo in mostra. La title-track "Night Club" non delude anch'essa, un heavy metal asciutto capace di mostrare i muscoli senza perdere quella verve più melodica impressa dal particolare cantato di Christian Bartolacci, si veda un refrain accattivante e distante dai classici clichè heavy metal. "7 Days of Death" è il brano più particolare del lotto: sorretto da basso e batteria in un avanzare compatto e ritmato, qui tutta la band si prodiga nel cambiare spesso atmosfere, ora più dure ora più melodiche, sottolineate anche dal cantato ora pulito ora sporco. "Why Do You Feel Alone" è un brano meno irruento e più sognante, nella piena tradizione Ibridoma, così come "Last Supper" che, pur riprendendo una strada più heavy, non disdegna refrain melodici già sentiti nel precedente disco. Oramai al termine del disco troviamo "Businessmen", brano che purtroppo non sembra voler tenere alta l'attenzione, mentre "Face to Face" riesce nella sua particolarità a differenziarsi dal resto del disco.

In generale 'Night Club' è un buon album e un ulteriore gradino sopra al precedente disco, sebbene la breve durata e un paio di episodi meno riusciti - non scadenti, ma leggermente inferiori rispetto al resto - possano mettere a dura prova un disco del genere. Gli Ibridoma si riconfermano in ogni caso una band da tenere d'occhio e con le carte in regola per mettere a frutto tutta la loro esperienza, si vedano alcuni ottimi brani tanto in questo lavoro quanto nei precedenti: il tutto sta alla band nel voler fare definitivamente questo salto di qualità. Da segnalare infine l'ottima registrazione, svoltasi in diversi studi maceratesi, e il missaggio e mastering in Florida a cura di Michael Baskette (RATT, Incubus, Stone Temple Pilots, Limp Bizkit e altri), oltre a un video-clip professionale per la title-track già pubblicato a fine marzo.



Tracklist:
1 - Eagles from the Sky - 3:45
2 - Cold Light of Moon - 5:32
3 - Night Club - 3:16
4 - 7 Days of Death - 4:26
5 - Why Do You Feel Alone - 4:21
6 - Last Supper - 3:37
7 - Businessmen - 3:50
8 - Face to Face - 3:24
Formazione:
Christian Bartolacci - voce
Marco Vitali - chitarra
Daniele Monaldi - chitarra
Leonardo Ciccarelli - basso
Alessandro Morroni - batteria


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna