italian metal

Login



        

Registrati
Password dimenticata?
Nome utente dimenticato?

Ultimi Commenti

[09/12/2016] Davide
Alltheniko: on-line il nuovo sing...
Che figata!
[29/10/2016] Rod
Rod Sacred - Submission
Grazie mille, gentilissimi, non ho parole!
[27/07/2016] Leo
Myriad Lights - Kingdom of Sand
Se chiudi gli occhi quando ascolti questa musica sembra di essere eseguita da ba...
[22/07/2016] Francesco76
Infected: anteprima da 'Judgment ...
Complimenti ragazzi siete fantastici.....Gianmarco sei GRANDE
[18/07/2016] Dario Cattaneo
Ibridoma - December
Mi scuso per i toni accesi, tra l'altro rivolto a te che appunto non c'entravi, ...
[18/07/2016] Gabriele
Ibridoma - December
Ti ringrazio per la segnalazione, ho già provveduto a contattare lo staff dell'a...

On the Net

facebooktwittermyspacelast.fm
Infected - Judgment Day
Scritto da Gabriele Nunziante   
Lunedì 03 Luglio 2017 09:00
Infected - Judgment Day'Judgment Day' è il disco d'esordio per i piacentini Infected, giovane formazione thrash attiva dal 2013 e ora sotto contratto con la Earthquake Terror Noise. Dopo alcuni anni di gavetta, la band arriva a proporre il proprio thrash irrorato da influenze ora leggermente più moderne, ora più melodiche, ponendo una solida base al proprio futuro.

Nati da un'idea di Gianmarco Morabito, il gruppo si consolida negli anni del liceo con l'ingresso di Samuele Cattadori (basso), Marco Li Vigni (chitarra) e Michele Castelnuovo (batteria). Gli inizi sono fra i più classici: cover di Metallica e Pantera, fino al maturare una propria identità e la voglia di scrivere brani propri. Nel 2014 viene così pubblicato auto-prodotto il primo EP della band, 'Infected', quattro tracce che fanno conoscere la band nell'ambiente. Poi, nel 2016, è il turno delle registrazioni di 'Judgment Day', primo full-length del gruppo, subito messo sotto contratto dalla ETN Records: il disco viene infine pubblicato nel primo trimestre del 2017 e porta in dote otto brani inediti che spaziano dal thrash più classico a influenze fra il groove e il death.

Il giorno del giudizio ci viene introdotto da un breve intro strumentale dai toni calmi, tra arpeggi di chitarra e sirene in lontananza, ma è con "Judgment Day", prima vera traccia del lotto, che gli Infected vanno a colpire duro. Ci troviamo catapultati in mezzo a un thrash molto canonico ma che non lesina in quanto a velocità e potenza, concedendosi qualche sprazzo di melodia unicamente nei refrain. La band pesta duro, con un cantato violento a cui fa da eco un growl ancora più violento, mentre il reparto strumentale, senza cercare chissà quale innovazione, fa il suo sporco lavoro, fra accelerazioni improvvise e un tupa-tupa furioso. "Dead Inside" non allenta la tensione, rivelandosi più schiacciasassi grazie ai suoi riff serrati ma anche più scanzonata nel suo thrash ottantiano a stelle e strisce, indurendo il tutto solo in fase di refrain e mettendo finalmente un po' più d'attenzione alle chitarre. Irresistibile è la successiva "Fight" che, senza ricercare velocità e durezza, si assesta su un thrash sì canonico, ma con sprazzi leggermente più moderni e melodici, innovando la proposta della band. Proposta che similmente prosegue in "Infected", bella prova di thrash vecchia scuola rivitalizzata da influenze fra le più disparate, arrivando a concentrare in 5 minuti una bella dose di metal come piace a noi. "W.W.S." ritira fuori il lato più scanzonato dei nostri, ma sempre guidati dal sacro fuoco del thrash metal veloce e corrosivo: gli Infected viaggiano ad alta velocità, pestano duro tanto sulla batteria quanto sui riff di chitarra, si concedono finalmente spazio per assoli di chitarra confezionando così uno dei brani più riusciti del lotto. Il basso ci apre le porte a "The End is Just the Beginnings", traccia che parte in sordina ma che si rivela fra le più violente e moderne del disco, ammiccando però anche a sonorità più melodiche. Chiusura affidata a "Dawn of a New Day (Pt.1)", un semplice outro che riprende la prima traccia del disco.

Si chiude così il breve debutto degli Infected: solo otto brani (compresi intro e outro), ma otto brani che ci mostrano una realtà giovane e agguerrita, con le idee già ben chiare e che, proseguendo su queste coordinate, potrà sorprenderci favorevolmente da qui a qualche anno. Nel frattempo 'Judgment Day' è un buon disco, senza cali evidenti e che anzi si lascia ascoltare bene per tutta la sua durata. Avanti così.



Tracklist:
1 - Intro - 1:40
2 - Judgment Day - 3:52
3 - Dead Inside - 3:46
4 - Fight - 4:16
5 - Infected - 5:08
6 - W.W.S. - 5:27
7 - The End is Just the Beginnings - 4:50
8 - Dawn of a New Day (Pt.1) - 2:31
Formazione:
Gianmarco Morabito - voce, chitarra
Marco Francesco Li Vigni - chitarra
Samuele Cattadori - basso
Michele Castelnuovo - batteria


 

Attualmente l'inserimento dei commenti è disabilitato per gli utenti non registrati.
Effettua il login o la registrazione per lasciare un commento.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per informazioni sui cookie utilizzati e come cancellarli, leggi la nostra cookie policy.

Accetto cookies da questo sito.