italian metal

Login



        

Password dimenticata?
Nome utente dimenticato?

Ultimi Commenti

[09/12/2016] Davide
Alltheniko: on-line il nuovo sing...
Che figata!
[29/10/2016] Rod
Rod Sacred - Submission
Grazie mille, gentilissimi, non ho parole!
[27/07/2016] Leo
Myriad Lights - Kingdom of Sand
Se chiudi gli occhi quando ascolti questa musica sembra di essere eseguita da ba...
[22/07/2016] Francesco76
Infected: anteprima da 'Judgment ...
Complimenti ragazzi siete fantastici.....Gianmarco sei GRANDE
[18/07/2016] Dario Cattaneo
Ibridoma - December
Mi scuso per i toni accesi, tra l'altro rivolto a te che appunto non c'entravi, ...
[18/07/2016] Gabriele
Ibridoma - December
Ti ringrazio per la segnalazione, ho già provveduto a contattare lo staff dell'a...

On the Net

facebooktwittermyspacelast.fm
Acidity - Into the Lies
Scritto da Gabriele Nunziante   
Lunedì 15 Dicembre 2014 09:00
Acidity - Into the LiesUn doppio debutto, tanto per la band quanto per la label: parliamo degli Acidity, giovanissima formazione thrash, e della Nightbreaker Productions, altrettanto giovanissima etichetta dedita alle sonorità più "old school", entrambe torinesi e giunte a questo fine 2014 con l'intenzione di dare voce al fitto underground italiano. Esce così 'Into the Lies', primo full-length degli Acidity, un album dedito al thrash made in Bay Area con alcune influenze più heavy metal che, senza volerlo ridefinire, vuole unicamente tributare un genere tanto seguito anche qui in Italia.

E i quattro torinesi ci riescono bene, mettendo in mostra in dieci tracce inedite una discreta preparazione tecnica ma soprattutto una convinzione e una foga che, per il genere proposto, è quanto di più importante. Nata nel 2010, la band in quattro anni cambia moniker due volte (da Existence a Parasite, fino ad arrivare all'attuale Acidity) e registrano tre demo, 'Human Destruction' (2010), 'Blinded by Ignorance' (2012) e 'Hidden Oppression' (2012). Nel 2014, con una formazione che vede Mattia Itala alla voce, Andrea Steeler alla chitarra, Alessandro Castagneri al basso e, ultimo arrivato, Simone Cibrario alla batteria, la band firma per la Nightbreaker Productions per pubblicare il proprio disco di debutto, presentato fra le altre cose all'edizione 2014 del Play It Loud Italy.

Zombie ed heavy metal: si parte così con "Into the Lies... they Were Denied", prima traccia del lotto che va a mostrarci subito di cosa gli Acidity si cibino giornalmente. Thrash metal di ispirazione dichiaratamente a stelle e strisce, con versi e refrain ridotti all'osso e un cantato aggressivo e trascinante, ma senza farsi mancare certi accorgimenti per rendere più accattivante la proposta del quartetto torinese, a partire da inserti di basso e roboanti cori da live più che da disco in studio. Nonostante questo, è chiaro come gli Acidity siano ancora una band alle prime mosse: quello che fanno lo fanno bene, ma niente più di quello che è già stato detto nel trentennio di sviluppo del genere in questione. Non per questo non possiamo apprezzare "Murer", dove la batteria del Cibra pesta a dovere spingendo il resto della band a dare ancora di più, risultando in un thrash più veloce e compatto, a tratti più estremo, ma sempre con il marchio Acidity stampato sopra. Certe interessanti influenze più heavy metal che thrash iniziano a far capolino con "Nowhere to Hide", dove fin dai primi secondi la band cerca di differenziare la proposta, inserendo ottime divagazioni strumentali e una struttura più complessa, cosa ribadita dalla splendida "To the Night(breaker)", dove è heavy propriamente detto quello proposto dalla band. Gli Acidity infatti si impegnano in un brano tipicamente heavy old school in cui di thrash c'è veramente poco, ma niente che stoni veramente con il resto del brano, dando anzi quella necessaria variazione sul tema all'interno del disco. "Disorder, No Order" sfuma nuovamente per tornare alle sonorità più thrash, un brano trascinante che ad una prima parte più aggressiva contrappone una seconda, interamente strumentale, pacata ma pronta a ribaltare nuovamente tutto nella ripresa finale. Ripresa che sfocia direttamente in "Interstellar Defiance" fra cannoni laser e navicelle spaziali: gli Acidity tirano fuori veramente del coraggio e si spingono oltre il semplice brano da tre minuti, cercando soluzioni più curate e accattivanti, cosa che gli riesce abbastanza bene e su cui sicuramente dovranno puntare nei prossimi dischi. "Call to Insanity" si apre con arpeggi di chitarra e un'atmosfera nostalgica, ma non si fa mancare un massiccio thrash dalle influenze heavy che fa di questa strumentale un intermezzo piacevole ma niente più, quando invece "Conjuring Death", torna a pestare duro, thrash che spinge senza guardare in faccia nessuno. Ultimo massacro sonoro con "The Fall", velocissimo thrash che nasconde belle intuizioni, e "Spreading the Terror", altro brano da ascrivere fra i migliori del disco grazie al suo mischiare sapiente il thrash americano con una vena più heavy, alla continua ricerca di soluzioni più personali e interessanti.

'Into the Lies' è un debutto più che buono: nonostante la giovane età del combo e una maturità ancora da raggiungere, gli Acidity con questo disco mettono una buona base per il proprio futuro. La Nightbreaker Productions inizia dunque bene il proprio roster, assicurandosi una formazione che, speriamo veramente, potrà nel prossimo futuro rappresentare la nuova, giovanissima ondata di thrash italiano.



Tracklist:
1 - Into the Lies... they Were Denied - 4:02
2 - Murer - 2:47
3 - Nowhere to Hide - 3:53
4 - To the Night(breaker) - 3:13
5 - Disorder, No Order - 4:26
6 - Interstellar Defiance - 4:21
7 - Call to Insanity - 3:06
8 - Conjuring Death - 3:38
9 - The Fall - 2:45
10 - Spreading the Terror - 4:16
Formazione:
Mattia Itala - voce
Andrea Steeler - chitarra
Alessandro "Casta" Castagneri - basso
Simone "Cibra" Cibrario - batteria


 

Commenti 

 
# Eugenio Giordano 2014-12-19 20:15
Collegno sta diventando la capitale italiana del Thrash Metal, bravi ragazzi andate avanti così !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per informazioni sui cookie utilizzati e come cancellarli, leggi la nostra cookie policy.

Accetto cookies da questo sito.